Pensare Basket

Pensare Basket 
   Chi siamo
   Dove Siamo
   Contatti
   Statuto

Le nostre iniziative 
   Archivio Iniziative
   Laboratorio di Pallacanestro
   La nostra prossima riunione

Login 
   
    
Registrati
Password dimenticata?

Ricerca 
  

Amici di Pensare Basket

 

Federazione Italiana Pallacanestro

Lega A Basket

IT Web Site

 

 

 

 


  
 A CENA CON ACHILLE CANNA E DINO COSTA 
Mentre la Fondazione Virtus si riuniva per cercare di salvare la disastrata stagione delle Vu nere, alla cena di Pensare Basket venivano ricordati i bei tempi passati con uno dei protagonisti di quegli anni, Achille Canna, e con uno degli allenatori del Gira, altra storica squadra bolognese del passato.

Tra le canizie e calvizie dei maturi amici di Pensare Basket, sono così rimbalzati nomi e ricordi di allenatori, di giocatori e di campi di gioco fatti di mattonelle e cemento, che il parquet non sapevano neppure cosa fosse.
Un tuffo nel passato con il “Trio Galliera”: Achille Canna, Nino Calebotta e Mario Alesini, che cementavano l’intesa in campo con frequentazione e amicizia fuori dal campo ed abitando nello stesso Pensionato di via Galliera.
Un trio storico che ha fatto conquistare alla Virtus vittorie e scudetti importanti, due in fila 1954-55 e 1955-56, e che ha lasciato una importante impronta nella nazionale azzurra negli anni 50 e fino alle olimpiadi di Roma del 1960.
Un trio che si contrapponeva ad un altro terzetto di campioni con le scarpette rosse: Gamba, Pieri e Riminucci, a giudizio di Achille gli avversari più forti incontrati in Italia.
Achille Canna, nove anni alla Virtus come giocatore e successivamente vice allenatore di Tracuzzi, dirigente, Presidente e Direttore Sportivo. Insomma un grande, anzi un grandissimo che ha legato indissolubilmente il suo nome a quello della Virtus, ma che ha segnato anche diverse stagioni della Nazionale arrivando a collezionarvi 70 presenze.
E dal 2015 entrato nella Hall of Fame della Pallacanestro italiana.
Insomma bei tempi e bei ricordi……il presente è davvero un’altra cosa, purtroppo!
Anche dal punto economico. O meglio i Canna e compagnia non avevano certo i soldi che girano oggi: lavoravano anche, quasi tutti, e quelli che costavano erano gli stranieri, che erano pochi ma buoni.
Altri tempi, non c’era il professionismo spinto di oggi, c’era più dilettantismo e meno tensione, più allegria e spirito goliardico. Si giocava e poi si andava a cena insieme, anche con gli avversari.
Altri tempi, appunto.
Adesso ci si allena e si gioca senza frequentarsi. E si cambia continuamente squadra e compagni.
E si parla di altre cifre, per la verità un po’ ridimensionate negli ultimi due anni. Cifre che però troppo spesso vengono solo promesse da Presidenti disinvolti o vengono contrabbandate per diritti di immagine….e restano immaginarie.
Una realtà che non fa certo bene al movimento, ma che non si riesce a modificare del tutto.
E così, con Dino Costa, è meglio parlare delle altre storiche squadre di pallacanestro bolognesi che si confrontavano con la Virtus di Achille Canna: il Gira e la Moto Morini, dove il nostro Dino ha ricoperto i ruoli di allenatore e dirigente.
Naturalmente con Dino Costa, componente della COMTEC, la Commissione Tecnica della Federazione Italiana Pallacanestro, si affrontano anche le problematiche finanziarie della nostra pallacanestro, problematiche spesso affrontate nelle cene di Pensare Basket e che tolgono subito il sorriso che aveva illuminato i volti dei presenti ai ricordi dei bei tempi del basket bolognese.
Dino Costa precisa bene quali sono le competenze della COMTEC, la Commissione Tecnica della Federazione Italiana Pallacanestro di cui fa parte, alla quale è demandata la verifica dei requisiti per la partecipazione al nostro massimo campionato di basket e, senza entrare nello specifico delle singole Società, parla in generale della situazione del finanziaria della pallacanestro italiana che segue da tanti anni.
Una situazione che ha visto tempi migliori e che non lascia intravvedere, a breve, grandi segnali di miglioramento, purtroppo.
Meno male che la cena era buona e gli ospiti ottimi!
Alla prossima
Il Segretario dell’Associazione, Andrea Sandonati

 
News LegaBasket

Pensare Basket
Nata come iniziativa spontanea di appassionati e amanti del basket, Pensare Basket si propone come parte attiva del contesto sportivo con lo scopo, dichiarato nel proprio statuto, di perseguire “esclusive finalità di promozione del basket come fenomeno sportivo idoneo allo sviluppo fisico, morale, sociale e culturale”. Pensare Basket non ha fini di lucro ed è totalmente apolitica.

Pagine piu' visitate
   A cena con...
   Archivio Iniziative
   I nostri convegni
   Laboratorio di Pallacanestro
   Cassetta delle idee

Archivio

Copyright 2002 © IT Information technologies - All rights reserved - Powered by IT - Information Technologies - FullXml Based 
Privacy Policy