Pensare Basket

Pensare Basket 
   Chi siamo
   Dove Siamo
   Contatti
   Statuto

Le nostre iniziative 
   Archivio Iniziative
   Laboratorio di Pallacanestro
   La nostra prossima riunione

Login 
   
    
Registrati
Password dimenticata?

Ricerca 
  

Amici di Pensare Basket

 

Federazione Italiana Pallacanestro

Lega A Basket

IT Web Site

 

 

 

 


  
 A CENA CON MARIO BONI 

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni Collage.jpg
Non ha certo bisogno di presentazioni Mario Boni: i soci ed i commensali di Pensare Basket conoscono bene «Super Mario», conoscono bene i tiri micidiali di «Mitraglia» Mario Boni.
Mario è uno dei pochi giocatori ad aver superato quota 10.000 punti nei campionati professionistici ed il terzo nella storia del nostro basket ad andare oltre quota 11.000.
 

Considerando il rapporto tra partite disputate e punti realizzati è il giocatore italiano che ha segnato di più in assoluto ed è stato capocannoniere in tutte le cinque maggiori categorie della pallacanestro italiana, dalla A1 alla C Dilettanti!!
Non potendo ricordare tutta questa valanga di canestri, nella serata di Pensare Basket si rivivono con Mario soltanto alcuni dei tanti episodi della sua lunga carriera. Una lunga carriera che lo ha portato a giocare non solo nelle cinque categorie maggiori italiane, ma anche negli USA. (nella United States Basketball League (USBL) con i Memphis Fire, poi nella Continental Basketball Association (CBA) con gli Yakima Sun Kings), a seguito di una squalifica di due anni per essere risultato positivo al doping per una puntura di ricostituente a base di nandrolone
Una squalifica sempre contestata da Mario che, continuando a dichiararsi innocente, ci ha scritto sopra un libro al quale ha dato un titolo che ne rispecchia pienamente il carattere e la determinazione: "Tornerò! più forte di prima" e nel quale si presenta così:
« Io non sono la quercia che un fulmine può abbattere, un uragano sradicare. Io sono come la gramigna: quella, anche se bruci il campo, rinasce. Più forte di prima »
Anche quando racconta della sua esperienza statunitense e degli ambienti non sempre facili nei quali gli è capitatosi di trovarsi, viene fuori il Mario che conosciamo: capace di socializzare con i compagni e scherzare con loro e, perché no, capace pure di sfotterli perché neri, lui unico bianco, ma capace soprattutto di farsi accettare e rispettare, …….. continuando a fare canestro!
I racconti di Mario Boni si allargano anche alla Grecia, dove pure Super Mario ha giocato e “mitragliato” vincendo anche lì, ed alla Spagna, dove ha giocato, ma per poco tempo.
Naturalmente per i soci di Pensare Basket il periodo ed i ricordi più felici sono quelli legati alla Virtus ed al ritorno nella massima serie con l’arrivo ed i canestri di Super Mario, nel 2005.
Per Mario una delle tante promozioni conquistate grazie al suo temperamento ed alla sua competitività.
Sì, Mario si riconosce fin da bambino una competitività straordinaria (fantastico il suo racconto di una corsa campestre vinta), un agonismo che trova stimolo nel confronto con l’avversario, dal quale non ha mai accettato di essere battuto o di essere inferiore, chiunque si trovasse davanti.
Anzi, per Mario gli scontri con i più forti sono quelli che gli hanno sempre dato maggiore entusiasmo ed adrenalina.
Normale quindi, per lui, chiamare e suggerire ad allenatore e compagni il suo schema di gioco preferito, schema n. 1: palla a me che ci penso io!
Dopo essersi ufficialmente “ritirato” nel 2012, il nostro Mario è tornato a giocare nel settembre 2013, a 50 anni compiuti, nel Monsummano, cittadina a pochi chilometri da Montecatini, in Divisione Nazionale C, ottenendo per l'ennesima volta una promozione.
Perché come dice lui, per Mario il basket è sempre una gioia, un divertimento e “non smetterà mai di giocare a basket”.
Forse un giorno davvero non lo vedremo più giocare in un qualche campionato, non si sa quando, ma di sicuro continueremo a vederlo su un parquet o un campetto a stracciare ancora la retina con i suoi tiri micidiali. E magari torneremo a sentirlo ai microfoni di sky o di qualche altra emittente per comunque parlare di basket con competenza e simpatia, quella simpatia che ha accompagnato e reso particolarmente appetitosa la cena di Pensare Basket.
La serata si conclude ricordando i prossimi impegni dell’Associazione: il 31 gennaio in Piazza della Mercanzia, a Bologna, con l’AIRC ed un nutrito manipolo di ex giocatori, per le “arance della salute”, ed il 7 marzo, a Rimini, per il Convegno in corso di organizzazione nell’ambito del Basket Festival 2015, per ricordare Piero Parisini, uno dei soci fondatori di Pensare Basket.

Andrea Sandonati, Segretario di Pensare Basket 

 

 

 

 

 

 

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 1.JPG

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 2.JPG


 

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 3.JPG

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 5.JPG


 

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 6.JPG

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 8.JPG

http://www.pensarebasket.it/media/Mario Boni 9.JPG

 
News LegaBasket

Pensare Basket
Nata come iniziativa spontanea di appassionati e amanti del basket, Pensare Basket si propone come parte attiva del contesto sportivo con lo scopo, dichiarato nel proprio statuto, di perseguire “esclusive finalità di promozione del basket come fenomeno sportivo idoneo allo sviluppo fisico, morale, sociale e culturale”. Pensare Basket non ha fini di lucro ed è totalmente apolitica.

Pagine piu' visitate
   A cena con...
   Archivio Iniziative
   I nostri convegni
   Laboratorio di Pallacanestro
   Cassetta delle idee

Archivio

Copyright 2002 © IT Information technologies - All rights reserved - Powered by IT - Information Technologies - FullXml Based 
Privacy Policy